Paltrinieri e Detti, in finale per un gran duello sugli 800

Copyright foto: LaPresse

I "gemelli" della bracciata, riecco Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, dopo la storica doppietta europea di ieri nei 1500 m stile libero(leggi qui). E negli 800 stile, la "sfida nella sfida" tra i due amici, e compagni d'allenamento al Centro Federale di Ostia, si presenta anche più equilibrata. Non è gara olimpica, perciò domani, in finale, i due potranno dare tutto quello che hanno in stagione su questa distanza. E i due puntano alla seconda doppietta in gran duello, Paltrinieri 1° tempo (7'49"87) e Detti 2° in 7'51"40. "L'obiettivo era la finale, senza strafare" commenta i due al microfono Rai di Elisabetta Caporale. Col terzo tempo si fa nuovamente notare Mykhaylo Romanchuk (7'51"83), dopo il bronzo nei 1500, ucraino che quest'anno si è allenato a lungo con i due azzurri(leggi qui).

Le azzurre dopo la gara, in attesa dell'ufficializzazione dei tempi (Rai Sport)
Le azzurre dopo la gara, in attesa dell'ufficializzazione dei tempi (Rai Sport)

Ultima batteria di oggi, agli Europei di nuoto di Londra, con la staffetta 4x200 stile libero donne. Stasera entrerà in quartetto Federica Pellegrini, ma al mattino sono Stefania Pirozzi, Martina De Memme, Erica Musso e Alice Mizzau a rappresentare il tricolore. Ed è quarto tempo di qualifica in finale per le azzurre, 7'59"52. "Dopo l'argento mondiale e i risultati di questi anni in Europa, entriamo in acqua convinte di noi stesse" dichiara in zona mista Alice Mizzau, suonando la carica per la finale di stasera. Primo tempo di qualifica per la Spagna (7'57"20).

moscarella@swimbiz.it

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram