Pioggia di record mondiali agli assoluti di Livorno

 Sono stati ben tre i record del mondo caduti oggi agli assoluti di nuoto per salvamento in vasca a Livorno. La giornata odierna si era aperta, questa mattina, con Francesco Bonanni che ritoccava, per la terza volta, il primato dei 100 metri manichino con pinne, portando il record a 47"14, dopo che Simone Procaccia lo aveva abbassato a 47"36. Un primato che, per il portacolori delle Fiamme Oro, durerà però poco. Nella finale è ancora Procaccia, anche lui Fiamme Oro, a conquistare titolo italiano e record del mondo in 46"46, quasi sette decimi meglio di quanto fatto da Bonanni in batteria. In chiusura di giornata poi è stata la staffetta delle Rane Rosse, conFontana-Costamagna-Legnani-Bermani a stabilire il record nella staffetta manichino in 1'07"59. Nella giornata di oggi assegnati anche i titoli di percorso misto e superlife. Ad imporsi nel percorso misto Chiara Pidello tra le donne e Federico Pinotti tra i maschi. A Laura Pranzo e Giovanni Legnani il titolo di superlife. Per la Pranzo, il tempo di 2'26"83 vale il primato europeo.
 Marta Mozzanica trionfa nei 100 metri pinne donne, mentre la staffetta femminile è stata vinta dal quartetto del Centro Nuoto Nichelino con Pranzo, Sciarrillo, Grasso e Stornello.
pizzi@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram