Alle Feste dell’Acqua, per imparare la gioia di un tuffo in piscina

Il commento di Swimbiz: A Bari la 3° tappa dell’evento di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena”. Tricarico “Un grazie alle scuole”

Copyright foto: saverio de giglio

Numeri che riempiono il cuore: 1.000 classi, 240 complessi scolastici, 25.000 bambini, 2.000 insegnanti coinvolti. Se il nuoto, in Italia fa fatica ad arrivare a scuola, tocca portare le scuole in piscina e la seconda edizione di “Acquamica Nuoto Anch’io Arena” lo sta facendo in tutta Italia. Oggi i piccoli studenti di Bari e provincia hanno invaso lo Stadio del Nuoto, per la terza tappa delle “Feste dell’Acqua”. La teoria con i tecnici federali e la pratica con le dimostrazioni delle sincronette. Acquaticità, ovvero l’avvicinamento all’acqua dei bambini, perché è da piccoli che si deve sviluppare un rapporto positivo con l’acqua; non solo per ragioni sportive, ma anche di sicurezza. Ed Enrico Maria Tricarico, Managing Director Central & Southern Europe di Arena, per un progetto nel quale il marchio di Tolentino “Crede molto, tanto che ha voluto fortemente, insieme alla Federazione Italiana Nuoto e Kinder+Sport, dare vita alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno – ringrazia anzitutto – le scuole che, con grande impegno e numeri da record, hanno partecipato attivamente al progetto, senza risparmiarsi in termini di passione. Le Feste dell’Acqua, cinque tappe di un percorso itinerante lungo lo Stivale, rappresentano la parte più allegra del progetto, con i giochi e le animazioni organizzate dagli istruttori FIN che consentono ai bambini di capire quanto l’acqua sia amica e divertente”.
 
moscarella@swimbiz.it