Barelli al CorSport: nuovi circuiti? Senza esagerare, non siamo il tennis

Il magnate ucraino Konstantin Grigorishin col Presidente Fin Paolo Barelli e la Sindaca di Roma Virginia Raggi

Copyright foto: Swimbiz.it

Pronti, via, inizia il Mondiale, l'evento più atteso della stagione. Anche se quest'anno le aspettative e curiosità andranno oltre il consueto grande appuntamento estivo, con lo squillatissimo nuovo circuito Isl che attende di aprire i battenti. E tuttavia "Bisogna stare molto attenti: non siamo il tennis. Un  nuotatore  non può replicare un 400 stile libero, solo per fare un esempio, 20 volte in una stagione ad alto livello" è l'ammonimento che lascia al Corriere dello Sport Paolo Barelli, Presidente Fin e Len, che d'altro canto invita anche la Fina a lasciare maggiore autonomia ai movimenti continentali.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram