Effetto virus. Campagna: spiace ci siano squadre che non vogliono giocare in Italia

Il Settebello di Sandro Campagna a Domenica In

Copyright foto: domenica in

Un triste spaccato della realtà, non solo sportiva, dell'Italia di questi giorni. "Mi dispiace che altre nazioni non collaborino e che ci siano squadre che non vogliano venire a giocare in Italia. Lo sport, invece, può aiutare anche e soprattutto in casi come questi in cui anche l'economia ne risente con piscine ed impianti sportivi chiusi e tanti praticanti costretti ad interrompere le attività". Parole di Sandro Campagna, Ct del Settebello, ospite oggi a Domenica In insieme alla nazionale campione del mondo di pallanuoto. E' la paura del Coronavirus, la stessa che ha portato allo slittamento a maggio del torneo pre olimpico delle nazionali femminili, Setterosa compreso. Il Presidente Fin e Len Paolo Barelli si è battuto perché il torneo resti a Trieste, come inizialmente previsto a marzo, e il 20 aprile la Fina deciderà se ufficializzarne la conferma. E sarebbe una bella vittoria anche contro la paura.

moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram