Effetto Weinstein anche nel nuoto americano (senza limiti di età)

Copyright foto: Ap photo

Anche chi non conosca nulla di cinema, ha ormai imparato chi sia Harvey Weinstein, produttore cinematografico oggetto di numerose accuse di molestie o persino violenze sessuali. Un'ondata continua di rivelazioni, alla quale stanno seguendo accuse analoghe nei confronti di registi, politici, intellettuali in tutto il mondo.

Ora, il New York Times raccoglie una denuncia analoga da parte della sessantottenne Diana Nyad, già nota ai media per aver attraversato via nuoto il tratto di mare tra Cuba e Key west in Florida a 64 anni(leggi qui). Diana non rivela il nome del tecnico che l'avrebbe molestata, ma il fatto risalirebbe al 1964.

Il nuoto statunitense non è certo nuovo a rivelazioni del genere. Negli ultimi anni, le denunce nei confronti di diversi tecnici hanno raggiunto un numero tale da spingere 19 atlete, tra cui la stessa Nyad(leggi qui), da bloccare  il previsto ingresso nella Hall of Fame del nuoto di Chuck Wielgus, ex Direttore Esecutivo di Usa Swimming, perché accusato di non aver contrastato efficacemente il fenomeno.

moscarella@swimbiz.it