In acqua, a Panzi in su. E intanto Paltri…

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Fortissimi segnali di vasca a Riccione con la coppia PP, Panziera e Paltrinieri da applausi...

Copyright foto: Deepbluemedia

A prendere esempio dal suo intercalare da Veneta di Valdobbiadene verrebbe spontaneo un doppio Cavoli! Margherita Panziera non lascia nulla al caso quando si tratta di veleggiare a dorso, il suo stile da flute di prosecco che non si muove di un millimetro dal suo nasino che è quasi una deriva di barca, ma al rovescio. A Panzi in su è fantastico, specie sul doppio a dorso, duecento da record italiano che se la guardiamo in giro al mondo è robina da farci certi propositi e nemmeno troppo scandalosi pensando a quanto si possa già migliorare per diventare stratosferiche.

Brava e bella, Margherita sa di esserlo, non ne fa mistero specie in acqua, dove la bellezza rispunta anche nel chilometro e mezzo lanciato di Gregorio Frecciarossa Paltrinieri. Regola il crono, s’impegna con cattiveria agonistica fin dalla partenza, vola a 14’38” e dà segnali sonar a tutti gli amici del circondario di specialità. Mai vendere la pelle del Paltri prima del prossimo mondiale. Un sabato scoppiettante, l’ultimo assoluto dell’Italnuoto. Tutti a pancia in su, che bello volare in acqua così facendo.

zicche@swimbiz.it