Quattro Azzurri per un 200

Il commento di Swimbiz: Piatto forte dell'ultima giornata degli Assoluti di nuoto sono i 200 stile maschili, per una staffetta 4x200 in costruzione.

Copyright foto: Swimbiz.it/Olycom/Gian Mattia D'Alberto-LaPresse/Deepbluemedia

Ultima giornata di gare agli Assoluti Primaverili di Riccione. Occhi puntati sui 200 m stile libero al maschile, soprattutto in vista di un staffetta 4x200 stile libero azzurra ancora da qualificare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Durante le batterie, il duo Rai Tommaso Mecarozzi-Luca Sacchi - i Mecasacchi, come li ha ribattezzati il Direttore di Swimbiz.it, Christian Zicche - commenta anche la non idilliaca situazione impiantistica d'Italia e non solo, citando in diretta Swimbiz come fonte per la chiusura dell'impianto inglese di Derby in cui era solito allenarsi il recordman mondiale Adam Peaty(leggi qui). 200 gara che da tempo si prospettava molto interessante (leggi l'editoriale), con numerosi pretendenti a un posto in staffetta e dal mattino si prospetta un gara a 4 per la vittoria finale. Tutti, in momenti diversi della loro carriera, vestono o hanno vestito la maglia azzurra: Andrea Mitchell D'Arrigo il più rapido (1'48"33), l'eterno Filippo Magnini ieri titubante sul disputare o meno la gara (1'49"01) che supera per un centesimo nella sua batteria Alex Di Giorgio (1'49"02) e poi lo stacanovista di questi campionati, Gabriele Detti (1'49"03).

Martina Carraro (LaPresse)
Martina Carraro (LaPresse)

Le battere del mattino si erano aperte con i 100 m rana e Martina Carraro si conferma la ranista più in forma, subito 1'07"78. Giacomo Carini il più veloce nei 200 farfalla (1'58"28). Nei 50 m stile libero donne, primi temi per le compagne d'allenamento Erika Ferraioli (25"51) e Silvia Di Pietro (25"52) "Cercherò di capire con Mirko (Nozzolillo, suo tecnico n.d.r.) cosa non ha funzionato nelle ultime settimana. Vedevo la qualificazione olimpica alla portata, ma la prendo con filosofia. Intanto pensiamo agli Europei di Londra" commenta Di Pietro al microfono Rai di Elisabetta Caporale. Nei 50 m dorso maschili, si prospetta un bel duello in finale tra gli specialisti Niccolò Bonacchi (25"35) e Stefano Pizzamiglio (25"34). Terzo tempo per Simone Sabbioni in 25"46. Diletta Carli chiude la serie lenta dei 1500 m stile libero femminili (gara non olimpica) in 16'29"88, 200 m rana chiusi in 2'14"73 da un agguerrito Flavio Bizzarri. Situazione fluida nei 200 m misti donne, con le giovani Carlotta Toni (2'15"28), Ilaria Cusinato (2'16"20), Luisa Trombetti (2'16"33) e Sara Franceschi (2'16"78).

moscarella@swimbiz.it