Staffetta thrilling: Paltrinieri e Italia d’ARGENTO al photofinish!

Una staffetta in mare, già l'idea impressiona, pensando ai punti di cambio da trovare tra onde, spuma, masse di concorrenti che si spintonano a vicenda e i continui saliscendi tra maschi e femmine. Eppure, c'era parecchia aspettativa su questa 4x1250 m azzurra mondiale, a Yeosu. Nomi e tempi schierati impressionavano: Giulia Gabbrielleschi, Rachele Bruni, Domenico Acerenza e soprattutto Gregorio Paltrinieri. Gli azzurri scalpitavano ai microfoni Rai con dichiarazioni battagliere, si sentiva profumi di favoriti. Persino in uno sport, e una gara, così imprevedibile.

E gli azzurri rispettano in pieno le attese. Aprono le donne, più esperte, prima Bruni e poi Gabbrielleschi, che non pur non potendo tenere il passo dei molti maschi schierati dalle altre nazioni, riesce a dare il cambio ad Acerenza senza eccessivi patemi. E il potentino si scatena, divora il gap e raggiunge la testa del gruppo, ma fa anche da traino per il tedesco Meissner che gli si mette davanti. L'azzurro dà il cambio in seconda posizione a Paltrinieri, che  rinnova subito il duello con la Germania (Muffels), seguiti dall'americano Brinegar. Troppa ressa, l'azzurro scarta di lato più volte, attacca ai fianchi il teutonico che per ogni sfida ha una risposta, come due spadaccini. Ma neppure lo statunitense si arrende, li affianca e inizia uno splendido triello da Spaghetti Western. La spunta Muffels, oro alla Germania, e subito dietro il photofinish premia un Paltrinieri lesto al tocco su Brinegar, ai limiti dell'ex aequo. Argento Italia, seconda medaglia dal fondo, emozioni.

moscarella@swimbiz.it