Il via Olimpico e l’occasione Settecolli

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
Si apre la settimana del nuoto tra i Colli, con presenze illustri che non possono mancare.

Copyright foto: Swimbiz.it

Che settimana si apre oggi, natatoriamente parlando. Si parte con il mercoledì al Quirinale, il Colle più importante, e la nostra Federica Pellegrini che si prende l’onore della bandiera come, appunto, portabandiera olimpica. Da lì al salto in vasca il passo è breve, anzi brevissimo, perché il Settecolli  dista qualche chilometro più in là, con tutto il suo spessore di tradizione e di attualità della classica tra le classiche. Ora sul significato Internazionale della vasca del Foro Italico si possono spendere non uno, ma mille discorsi pre olimpici, perché sarà l’occasione al meglio di chi vede Rio ancora possibile, e di chi verso Rio vuole testare se non condizione quanto mai passerella. Gareggiare non fai mai male, anzi è l’essenza stessa del mestiere del nuotatore. In questo momento così alto del nuoto italiano, per oggettivi numeri e risultati nessuno può fare a meno del nostro amatissimo nuoto, della sua forza, della sua visibilità, della sua spinta propulsiva. E’ un’occasione più unica che scontata, perché il movimento va alimentato e sostenuto, comunque la si metta in previsione di quello che chiuderà il cerchio dei quattro anni finali. Così come magari il Mare Nostrum, inteso come circuito dove il Settecolli era inserito in un passato nemmeno troppo lontano e speriamo ci ritorni con la sua centralità e importanza.

I Presidenti Giovanni Malagò e Paolo Barelli al 51° Settecolli
I Presidenti Giovanni Malagò e Paolo Barelli al 51° Settecolli

E poi giovedì prossimo, alla conferenza stampa di presentazione dell’evento. Dove, da programma, ci saranno tutti. Tranne, sempre letto sull’invito, il Presidente Giovanni Malagò (in rappresentanza sua Carlo Mornati) che certamente avrà i suoi impegni, ma quanto è centrale l’occasione del nuoto italiano e internazionale al Settecolli per non presenziare da numero uno dello sport italiano, quello sport che guarda al nuoto come occasione olimpica da cogliere? Quale occasione migliore per esserci al più grande evento italiano del nuoto, sport da sempre e oggi più che mai che apre al sogno olimpico e di futuro olimpico? Speriamo il Presidente aggiorni il suo programma, e con l’occasione passi e si fermi al Settecolli.

zicche@swimbiz.it