Punto a Chiuso

Copyright foto: swimbiz

 "Una nazionale giovanissima con pochi "veterani" chiamati subito alla riscossa dopo Londra". Cristina Chiuso dice la sua sulle convocazioni di Cesare Butini per gli europei in vasca corta di Chartres, in Francia dal 22 al 25 novembre. La "capitana" storica dell'Italnuoto, primatista in carica dei 50 stile libero femminili,  ha confidato a Swimbiz quali saranno gli elementi più interessanti nella giovane nazionale, la prima a scendere in acqua dopo il non brillante risultato di Londra:" Scozzoli e Dotto ma anche Marin sicuramente vogliono riprendersi un posto tra i big del nuoto internazionale, Bianchi, Barbieri e Paltrinieri dovranno confermare i notevoli progressi dello scorso anno. De Memme potra' far vedere di aver trasformato la delusione per la mancata Olimpiade con la sua consueta  grinta". "Tantissimi giovani sono una vera novita' nel team Italia" - ha continuato la Chiuso- "squadra che cerca di far crescere le basi. Un cambio generazionale netto sintomo di un preciso progetto verso Rio. Vorrei vedere anche da loro una prova di carattere, perche' Londra ha dimostrato che l'essere giovani non puo' essere usato come scusante". In conclusione, la ex sprinter di San Donà di Piave, ha parlato anche dell'ingresso di Maurizio Coconi, all'interno del Team azzurro, come Direttore Sportivo: "Sono incuriosita dalla sua venuta. Se il suo ruolo, servirà per evitare problemi e tensioni all'interno del gruppo (come alle Olimpiadi n.d.r), il suo sarà un approdo importantissimo. Mi auguro che faccia bene da subito", la conclusione di Chiuso
 
guarnieri@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram