Punto Acquatico : Chapeau Matteo, campione del mondo

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche

E due, verrebbe da dire. Dopo il “Razzo” Razzetti nei 200, la rivoltellata di Matteo nei 100. Semplice, come il pallottoliere d’oro che dice che la farfalla - o delfino per piacere dei non traduttori del butterfly o del papillon-è questione solo nostra. Al maschile azzurro, quindi forse suona meglio delfino e non farfallo, Matteo Rivolta suona il suo capolavoro di carriera. Non sfarfalla con la potenza del suo fisico, ma impone una gara intelligente fin dalla partenza. Calibrata, leggera, ma forte. E implacabile, metro dopo metro. Precisa, nello stile più bello, più principesco, perché nobili sono tutti,ma la danza a farfalla è altro. Sinuosità acquatica, che fa dell’azzurro una miscela tra acqua e aria. Alla fine, è quasi una filosofia. Applicabile avvolti nella corsia e nelle quattro vasche dei 100 metri.“Vola come una farfalla, pungi come un’ape”, come il mito di Muhammed Ali insegna. Si distende Matteo , afferra a bocca aperta, e denti stretti, il sigillo della gloria da campione del mondo. “Sono quasi totalmente soddisfatto”, unghigno che accende il suo sorriso. Inusuale, per un personaggio notoriamente taciturno, ma di grandissima classe. Chapeau Matteo, e grazie per l’emozione della tua farfalla mondiale. Buona acqua

zicche@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram