Questione di centimetri, lo spettacolo del nuoto

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche

Il commento del direttore: Se la vasca s’infiamma con la nuotonovela Pellegrini e Magnini, dentro occhio ai giovani di belle bracciate…

Copyright foto: Andrea Masini-Deepbluemedia

Ci siamo, anzi, ci risiamo. A cosa state pensando? Alla vasca, ovviamente, si riapre e si riparte  con quella lunga dopodomani in quel di Riccione con i  campionati italiani. Questione di centimetri mediatici e ovviamente il calderone natatorio s’infiamma con i titoli di coda dello showbiz, anzi la titolazione massima che ne danno in questi giorni Federica Pellegrini e Filippo Magnini, e già sapete tutto o quasi stando agli aggiornamenti che se ne danno in maniera sempre più crescente. Lo dissi tempo fa partecipando a un talk televisivo “noi non guardiamo dal buco della serratura”, con il noi intendendo il nostro modo d’informare e di seguire gli eventi, tutti e nessuno escluso, ma cerchiamo di interpretare e approfondire quando il lato umano e sentimentale interagisce con l’aspetto tecnico:

 

 

Alex Di Giorgio

Per farla breve, con il cuore si spostano le montagne, figuriamoci le bracciate. “Penso solo al nuoto” ha dichiarato Pellegrini e in questo spettacolo globale noi siamo immersi. A Riccione il tema può essere quello giovane, fresco e volonteroso dei ragazzi in ascesa, e penso alle starting list e ai risultati che ne possono uscire al dì là di dove gli obiettivi dei fotografi saranno puntati, con tanto di pruriginoso ricercare fuori vasca, inevitabile verrebbe da dirsi. Il nuoto giovane, dicevamo, i nomi da X-Swim natatoria. Come la rana di Nicolò Martinenghi con i piedi a martello scalpitanti, o la classe di Simona Quadarella pronta a graffiare in lungo. E se sono esplosivi i vari Carini e Glessi, chissà che ne farà della voglia di emergere il Ciampi o lo Zazzeri da 100 stile. Una mescolanza di giovani e idee, un frullato pronto per essere gustato. Con un saluto al duecentista Alex Di Giorgio, che oggi si è incrinato una costola nella rifinitura in palestra: non sarà nella Riccione del mare d’inverno, ma in quella primaverile certamente sì. Perché domani risplende sempre il sole, chiedere lumi a un certo Scozzoli...

zicche@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram