Spagna eliminata, Anna Tarres si scatena “Dimissioni subito”

Non sempre è sul nuoto da vasca che si concentrano le maggiori aspettative di una federnuoto. Mireia Belmonte a parte, la Spagna acquatica dell’ultimo quadriennio è stata soprattutto la nazionale di nuoto sincronizzato. Per questo, l’esclusione della squadra dalle Olimpiadi di Rio 2016merito anche di un’Italia eccezionale(leggi qui) – ha scatenato un putiferio in patria. L’ira del presidente federale Fernando Carpena in conferenza stampa “Eravamo in linea ascendente dopo i Mondiali di Kazan 2015, dopo il cambio generazionale agli Europei di Berlino 2014 – senza fare sconti – è una squadra giovane, ma non ci sono scuse. Il risultato del torneo pre olimpico non è quello atteso”. Colpa dell’addio dell’ex Ct Anna Tarres? incalzano i giornalisti, nel no comment federale. Ci pensa lei stessa ad attizzare la polemica intervista da Onda Cero “Non m’importa dello staff tecnico, c’è gente arrogante che ha sottovalutato il mio lavoro”. Ma la Tarres, che a Rio 2016 punta al podio con l’Ucraina, ne ha anche per il duo. A cominciare da Gemma Mengual, che Tarres guidò nei suoi anni migliori, ma che dichiarò di essersi ritirata precocemente per i metodi duri dell’ex selezionatrice “Invece di esibirsi, non capisco perché non si metta a insegnare tutto quel che ha imparato. Ona Carbonell? Si è persa e hanno lasciato che si perdesse”. Ma le parole più dure sono per il presidente Carpena Deve dimettersi. La sua politica è stata un totale disastro”. Non è che Anna Tarres sta facendo un pensierino a quel posto?

 

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram