Una cassa integrazione anche nel nuoto?

Copyright foto: Deepbluemedia

"Il problema ce l'hanno proprio quelle federazioni che hanno valorizzato la propria autonomia finanziaria". E' l'avvertimento del Presidente Fin Paolo Barelli, in un'intervista pubblicata oggi su il Messaggero, sull'emergenza Coronavirus che sta colpendo la tenuta dello sport. E' il caso della Federnuoto, con due rapporti di sponsorizzazione momentaneamente sospesi e 7 milioni di perdite sin qui stimati. Domani, venerdì 17 aprile, il consiglio federale. E dopo tanti appelli al governo, si legge, non si esclude ora un'iniziativa della Fin stessa. Si cita il caso del tennis che ha appena varato una cassa integrazione e "Sbaglia chi dice che non si può fare" commenta il Presidente Fin e Len.

In appendice, non manca un riferimento di Barelli al Coni "Le sentenze che si sono susseguite hanno dimostrato l'infondatezza delle accuse del Coni che, malgrado i risultati internazionali prodotti, non ci ha supportato. Anzi".

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram