Anche la Germania adotta i trials all’americana

Copyright foto: Getty Images

Tre giorni fa la Dsv, federnuoto tedesca, ha ufficializzato le date dei campionati nazionali di nuoto, che fungeranno da qualificazione ai Mondiali di Budapest della prossima estate. Dal 15 al 18 giugno a Berlino, con il Ct Hennibng Lambertz che per tutto il ciclo olimpico vorrebbe fissare i “trials” a quattro-cinque settimane dal grande evento, sul modello americano. Stessa via percorsa dall’Australia(leggi qui), e come i Down Under  anche la Germania ha ridotto il numero dei suoi centri federali. Nell’ultimo quadriennio, in modo simile a quanto già fatto dal calcio  e dal basket tedesco, anche nel nuoto la Germania ha avviato un lavoro profondo sui vivai(leggi qui). Idealmente, le Olimpiadi di Rio 2016 erano considerate una tappa di passaggio per una squadra giovane da far crescere in vista di Tokyo 2020. Stessa linea scelta dal Giappone(leggi qui) che, al momento, sta ottenendo risultati nettamente migliori rispetto ai teutonici.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram