Bertocchi-Pellacani festa azzurra agli Europei: oro e bronzo dal trampolino di un metro

Copyright foto: Foto di Andrea Staccioli / Inside-DBM

 

Sono loro le dee dei tuffi in Europa. Niente da fare per le avversarie fortissime. Si mette in mezzo solo la svizzera Heinberg, che si prende l’argento, e Chiara ed Elena vanno distanziate di un solo gradino sul podio. Ma sono insieme a festeggiare due medaglie storiche per l’Italia a Budapest. Le aggiungono alle due vinte ieri in competizione. La prima nel tecnico mixed del nuoto sincronizzato (bronzo) e la seconda vinta proprio nei tuffi (argento). E ancora Chiara sul podio. Insieme al team azzurro, nel team event della storia. Ed è ancora storia per la Pellacani. Ha vinto il bronzo individuale questa sera. Il primo alloro continentale tutta sola. Se l’è preso tuffandosi dal trampolino di un metro. Saltando alta, altissima fino al terzo gradino d’Europa. Sono 254 i punti per lei collezionati. Quelli di Elena Bertocchi, campionessa d’Europa 2021, che si cinge di un oro perfetto, come perfetti sono stati i suoi tuffi dal metro singolo, sono stati invece 259. Italia padrona dall’altezza di un metro. Avevano già vinto il titolo continentale insieme nel 2018, ma nel sincro dei tre metri. Oggi si dividono ognuna la sua medaglia da coccolare. Distanziate sul podio, ma unite in squadra. Come vuole Oscar Bertone: “La squadra è compatta, sono contento. Elena e Chiara sono state bravissime”. E’ soddisfatto il direttore tecnico dell’Italtuffi ai microfoni di Raisport, che chiede appunto unione di intenti a un giovane gruppo di atleti: “Le basi per crescere ancora ci sono”. Sottolinea felice. L’Italia guida il medagliere del torneo. Uno splendido azzurro di talenti in cima. Dietro Russia e Ucraina.

 

Elena Bertocchi: “Felicissima dell’oro, ma non dimentico le piscine chiuse. Non lasciamole morire

Non dimentica il suo mondo in lotta per la sopravvivenza. In cima all’Europa dopo la vittoria continentale nei tuffi di un metro Elena Bertocchi prende nel cuore, oltre alle emozioni fortissime di una conquista storica, anche chi non può godere del colore blu dell’acqua e di quello scroscio continuo in vasca, che lei stessa ha sentito per tutta la finale a Budapest. L’ha accompagnata quel rumore dolce dell’acqua fino al titolo europeo. Lo dice ai microfoni di Raisport al  termine di una premiazione in cui ha risuonato l’inno italiano, di una Italia in cima al medagliere della competizione: Salviamo le piscine – ha detto Elena – altrimenti il nostro sport muore. Accorato arriva l’appello della neo campionessa d’Europa. E mentre lancia il suo messaggio sentito stringe sul petto l’oro continentale appena ricevuto. E’ felice Elena, felicissima per una medaglia per cui ha dato battaglia dal trampolino: “Non sono partita al meglio – ha raccontato – avevo sensazioni positive che poi sono cresciute di tuffo in tuffo”. E di tuffo in tuffo è arrivata la medaglia d’oro: “Abbiamo fatto una magia – ha sottolineato – volevo vincere, non ho pensato a nulla. Me la sono giocata fino alla fine”. E fino alla fine, e con i suoi appena compiuti 18 anni, ha combattuto da plurimedagliata di livello internazionale, anche Chiara Pellacani. Con l’argento al collo di ieri, conquistato nel Team Event del trampolino a squadre, la terza in Europa dal metro si coccola il suo bronzo appena vinto: “Mi sono divertita – ride di gioia la Pellacani – mi è piaciuta la gara, è stata una lotta”.

259 i punti di Elena, insieme ai 254 di Chiara. E l’Italia è in cima al medagliere. Padrone le azzurre nei tuffi. Prosegue la storia femminile in una specialità che già ha collezionato miriadi di medaglie. Le leggende sono là a brillare. Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno probabilmente applaudito coloro che oggi camminano sulle loro orme di giganti. Ed Elena e Chiara aumentano medaglie in bacheca. Divertendosi e lanciandosi alte, altissime, per cadere in acqua pulite. Sta lì il segreto. Le migliori lo fanno. Loro lo hanno fatto stasera agli Europei di Budapest.

 

giorgi@swimbiz.it 

 

Foto di Andrea Staccioli / Inside-DBM

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram