Cagnotto ORO, Bertocchi ARGENTO. Doppietta Italia !

Copyright foto: Giorgio Perottino-Deepbluemedia

Tania Cagnotto premiata dall'ex campione azzurro Klaus Dibiasi (Len tv)
Tania Cagnotto premiata dall'ex campione azzurro Klaus Dibiasi (Len tv)

“Quest’argento per me vale come un oro, avendo davanti l'ucraino Kvasha aveva detto ieri Giovanni Tocci. Quante volte un azzurro si è trovato davanti un muro insormontabile? Nel caso di Tania Cagnotto, invece, sono le avversarie europee a vederla e dire"Ok, oro Italia"Per questo, non va mai data per scontata. Ha vinto anche oggi (284.15 punti), dal trampolino 1 m “Non sarà contenta per il punteggio, ma va bene così. E' come Valentino Rossi che vince all'ultima curva” commenta Max Mazzucchi, ex azzurro e talent di Swimbiz.it dei tuffi. Diciottesimo Oro europeo in carriera, un’enormità. Ci avrà fatto l’abitudine, si dirà, perché ha il talento dei più grandi di sempre: far sembrare tutto semplice. E invece non c’è mai nulla di banale in una medaglia vinta. Specie se arriva in rimonta, in una gara non preparata al meglio, perché specialità non olimpica nell'anno a cinque cerchi. “Godiamoci fino in fondo ogni singolo istante di Tania e viviamolo come la prima volta” disse un anno fa Mazzucchi. Perché, spesso, si comprende il reale valore delle cose più preziose solo quando non le abbiamo più davanti.

Dario Scola d Elena Bertocchi (Len tv)
Dario Scola d Elena Bertocchi (Len tv)

Cagnotto da Bolzano, Tocci da Cosenza e ora Elena Bertocchi da Milano, Argento (281.30). Fratelli e sorelle di tutta Italia uniti dai tuffi azzurri. “Il metro è una palestra – commenta Mazzucchi - lì inizi a familiarizzare con quella tranquillità che poi dovrai portare dai 3 m” memoria muscolare compresa, un altro punto a favore di atlete esperte come Tania. E chapeau all’Esercito, due medaglie in dote a questa Italtuffi, e col sincro di Francesca Dallapè ancora da disputarsi. Ma come sono i tuffi alla milanese? Difficile rispondere oggi, in una città che sembra aver abbandonato a se’ stessi atleti e impianti di ogni sport. E dire che, come nel nuoto, anche i tuffi meneghini hanno un grande passato. Con la Canottieri che produsse l’ex azzurro Alessandro De Botton. Fortuna che Bertocchi non si fa problemi, quando serve, a spostarsi a Bolzano per degli stage con Cagnotto e Dallapé. O a Roma per sperimentare il nuovissimo Centro Federale. Una medaglia preziosa, fortemente voluta e inseguita dalla ventunenne Dario Scola, il suo allenatore, non è l’ultimo arrivato. Ha portato gente alle Olimpiadi e sa bene quanto un risultato possa gratificare e rafforzare le certezze di un atleta dopo tanto lavoro” ricorda Mazzucchi. E con davanti tre come Cagnotto-Marconi-Dallapè, non è mai facile fare risultato. Ma Scola ha sempre ribadito quanto sia importante, anzi doveroso vederle come stimolo e non come limite(leggi qui). Oggi quasi batteva Tania. Ed eccole insieme, a braccetto, sul podio.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram