Il fuorivasca di Ryan Lochte: lezioni ai bambini e matrimonio

Copyright foto: Ryan Lochte

Ryan Lochte assediato dai fan per un autografo, durante un evento di beneficenza
Ryan Lochte assediato dai fan per un autografo, durante un evento di beneficenza

Che non voglia smettere di nuotare, Ryan Lochte l'aveva annunciato persino prima che arrivasse la squalifica(leggi qui). Dieci mesi di stop e in molti hanno subito recitato il de profundis del pluri olimpionico mistista. Il tempo dirà se la carriera ad alto livello di Lochte sia finita o destinata a continuare. Ma di certo il controverso episodio della stazione di servizio a Rio de Janeiro, in attesa del processo(leggi qui), non ne ha affossato la popolarità. Passato lo spavento per un'aggressione subita in diretta, la sua esperienza a Dancing with the Stars sta avendo successo, mentre su Instagram annuncia le prossime nozze - anello al dito - con la modella Kayla Rae Reid. E quando non è impegnato a ballare sul palco, Lochte tiene lezioni di nuoto ai bambini delle elementari - anche questo, ampiamente annunciato al ritorno da Rio - o a eventi acquatici per beneficenza. Anche gli sponsor stanno tornando a interessarsi allo statunitense. Come spiegò a Swimbiz.it l'esperto di marketing Enrico Flavio Giangreco(leggi qui) "A volte queste dinamiche particolari, che mettono in gioco la reputazione delle persone e le ‘caratterizzano’, possono diventare leva per nuove situazioni commerciali.

La 'redenzione' di una celebrità passa dalle pietre angolari della buona pubblicità: televisione, relazione stabile, impegno sociale. Lo scorso 18 agosto, nel pieno della vicenda di Rio, l’Hollywood Reporter (poi ripreso dalla Abc) rivelò che Lochte avrebbe assunto Matthew Hiltzik, ‘guru’ della comunicazione specializzato in scandali. Ma quello di Ryan Lochte non è certo un caso isolato. Lo stesso Michael Phelps ha saputo ritrovare l'affetto dei fan e degli sponsor, sia dopo l'episodio del bong, sia dopo l'arresto per guida in stato d'ebrezza. E  Sun Yang, in Cina, ha mantenuto intatta la sua popolarità - testimonial per Hyundai, Coca-Cola, Acer... - anche dopo traversie personali come la squalifica per doping a un arresto per guida senza patente. Ancora una volta, solo il tempo dirà quante e quali di queste storie avranno un lieto fine.

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram