AUDIO Christian Zicche: Io garantista, ma spero Magnini spieghi in conferenza stampa quali siano manomissioni

Il commento di Swimbiz: Dichiarazioni forti, quelle rilasciate ieri da Magnini. Nel suo intervento radiofonico, il Direttore di Swimbiz.it, Christian Zicche, invita alla massima chiarezza sia il due volte oro mondiale, sia la Procura, che per modalità e tempi dimostrati, ha sollevato qualche perplessità.

Le dichiarazioni di Filippo Magnini

Un Filippo Magnini furioso, dopo gli 8 anni di squalifica chiesti ieri dalla Procura antidoping – 4 anni per Michele Santucci – ha parlato e scritto ieri di gravi manomissioni che starebbero dietro al suo caso “E mi auguro che, insieme ai suoi legali, organizzi una conferenza stampa in cui chiarisca quali siano queste manomissioni – è l’appello di Christian Zicche, Direttore di Swimbiz.it, intervistato da Massimiliano Cannalire per Sport Academy, programma di Radio Cusano Campus – e che lo faccia al più presto, visti i tempi della giustizia sportiva”. E sono proprio i tempi - 8 mesi di attesa - e le modalità di quella che, di fatto E’ solo l’istruttoria preliminare, che sollevano perplessità”. Nulla di più, ben inteso “Perché ripongo fiducia nella magistratura e nella giustizia sportiva – ma allo stesso tempo – sono garantista e rifuggo lo ‘sbatti il mostro in prima pagina’ a tutti i costi”.

Ascolta l'audio integrale, in formato podcast, dell'intervento di Christian Zicche a Sport Academy:

 

Stando unicamente ai fatti – e l’indagine avrebbe prodotto oltre 2000 pagine - sinora sono trapelati sui giornali, ovvero le intercettazioni telefoniche “E mi chiedo come escano così facilmente questi virgolettati – il tutto sembra sintetizzarsi in un – processo alle intenzioni: cosa si sarà mai detto Magnini con gli altri al telefono?”. Infine, pur con la doverosa premessa che “Non faccio l’avvocato difensore e non metto la mano sul fuoco per nessuno – la storia stessa di Magnini, che il Direttore conosce molto bene(leggi qui), rende inverosimile vederlo come un – Dracula che per tutti questi anni abbia fatto il testimonial all’Avis dicendo ‘mi fa schifo il sangue’. Filippo è sempre stato un forte personaggio contro il doping: ricordo quando in privato mi diceva di quanti atleti abbiano caratteristiche poco chiare, come pure la polemica pubblica che ebbe con i francesi…”  e per questo ribadisce il suo appello affinché tutti facciano chiarezza: sia Magnini in una conferenza stampa pubblica, sia la Procura che nei lunghi mesi scorsi aveva lasciato tutti, il diretto interessato e la stampa, nella più totale incertezza:

 

 

moscarella@swimbiz.it