Tania Cagnotto, la migliore notizia? Può ancora crescere

Copyright foto: Giorgio Perottino Deepbluemedia/Insidephoto

Tania Cagnotto con l'oro europeo (Giorgio Perottino-Deepbluemedia)
Tania Cagnotto con l'oro europeo (Giorgio Perottino-Deepbluemedia)

Niente esultanze da stadio a fine gara, dopo 19 ori europei. No, Tania Cagnotto guarda già oltre “Potevo fare 370 punti” commenta al microfono Rai di Elisabetta Caporale. “Mi ricorda Dimitrij Sautin che, ai Mondiali di Melbourne 2007, prese tutti 10 su un tuffo e da bordovasca si limitava a guardare il replay, come a dire: però potevo partire meglio commenta Max Mazzucchi, ex azzurro e talent di Swimbiz.it dei tuffi. Tania che, alla vigilia del suo 31° compleanno – domani festeggerà nel sincro con Francesca Dallapé – cresce ancora. E vince non con i suoi storici compagni di viaggio, indietro e rovesciato, ma con i tuffi che poteva ancora limare: ritornato, avanti e avvitamento. “Proprio la partenza su quei tuffi è la migliore che le abbia mai visto. E quella fa il 90% del tuffo. Manca da aggiustare solo la parte finale”.

Tania Cagnotto col padre e Ct Giorgio e il tecnico Oscar Bertone (Sportnews)
Tania Cagnotto col padre e Ct Giorgio e il tecnico Oscar Bertone (Sportnews)

Swimbiz ne parlò già lo scorso anno Dopo il bronzo mondiale a Kazan(leggi qui) – ricorda Mazzucchi – con Oscar Bertone, Tania ha modificato quell’equilibrio che aveva costruito negli anni, per riuscire a migliorare ancora". E con un anno in più di lavoro "Dimostra che l'ha assimilato. Sta capendo che non ci sono più grandi differenze per lei nei i 5 tuffi. E che può trasformare i 7 di oggi in 8-8.5 a Rio. Un rischio, ma soprattutto un investimento, spiegò Bertone Swimbiz.it(leggi qui), che in diretta Rai ringrazia anche Il Ct Giorgio Cagnotto e lo staff, tra preparatore, psicologo e nutrizionista “Perché c’è sempre un lavoro di squadra dietro”. Quell’investimento sta dando i suoi frutti, quest’anno già tre volte oltre i 360 punti (oltre a Londra, due volte tra semifinale e finale alla tappa di World Series a Kazan)“E cambiare a quell’età e con quel palmares dimostra grande umiltà e sacrificio da parte di Tania”. Sul podio la premia il Presidente Fin e Len, Paolo Barelli, che ai microfoni Rai commenta “Regina d’Europa, può diventare principessa del mondo”. Ma Tania è una che punta sempre in alto, non si accontenterà del titolo di principessa…

moscarella@swimbiz.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram