L’ultimo Capolavoro di Federica Pellegrini

Il punto acquatico - L'editoriale del direttore Christian Zicche
Il commento del direttore:
L'ultimo capolavoro di Fede, l'oro dei 200 mondiali a Budapest.

Copyright foto: LaPresse

Una leggenda dello sport. Federica Pellegrini ormai non ha più limiti - ammesso li abbia mai avuti - con una gara da brividi, spettacolare dalla prima all’ultima bracciata. Ha messo in campo tutta se stessa Federica. La sua straordinaria capacità di concentrazione, la sua classe infinita, il suo senso dell’acqua. Tutto in una esplosione di tattica e caccia alle avversarie, all’avversaria più temibile e alcuni impossibile, Katie Ledecky. Americana troppo sicura, forse, di quel minimo vantaggio portato fino all’ultima vasca. Dove Pellegrini ha tirato fuori il manuale e l’istruzione con scritto “Leggenda Fede” e ha compiuto il capolavoro. Inimitabile e unica, la nostra Fede. Che chiude qui coi duecento, con la pennellata che la consegna alla storia.

zicche@swimbiz.it