AUDIO Christian Zicche: Sentenza Magnini a sorpresa e porte chiuse. Ora Malagò dica qualcosa

Copyright foto: LaPresse

Le sentenze, va da sé, non si commentano. Ma è certo legittimo il diritto a conoscerne le motivazioni, capire perché siano state inflitte. Ad esempio, perché stavolta il Tribunale Nazionale Antidoping abbia accolto il ricorso di Michele Santucci e respinto in toto quello di Filippo Magnini. Senza contare, e dovrebbe essere un concetto naturale, che andrebbero conosciute con chiarezza le tempistiche della giustizia. E non ha proprio senso, commenta Christian Zicche a Sport Academy, su Radio Cusano Campus, trincerarsi dietro il diritto alla privacy quando la sentenza riguardi un atleta di fama planetaria come Magnini.

Per questo, il Direttore di Swimbiz.it e il collega Max Cannalire chiedono congiuntamente che anche le istituzioni sportive non si nascondano più dietro un generico “Attendiamo la sentenza” e parlino. A Cominciare del Presidente del Coni Giovanni Malagò, e dica se è normale che una sentenza venga letta a porte chiuse, a sorpresa e senza che nelle settimane precedenti si avesse idea della data stabilita…

 

moscarella@swimbiz.it