Christian Zicche a Sport Capitale: Italnuoto ha ricambio generazionale. Papa Francesco? Anche lui nuotava…

Il commento di Swimbiz: A Buenos Aires, spesso il futuro Papa non disdegnava una nuotata. Questo e altro nell'intervento del Direttore di Swimbiz.it a Radio Roma Capitale.

Copyright foto: LaPresse

“E’ forse, azzardo, il meeting più prestigioso al mondo”. E’ il Settecolli, gli Internazionali del nuoto d’Italia, nelle parole del Direttore di Swimbiz.it, Christian Zicche, a Sport Capitale, programma di Radio Roma Capitale a cura di Antonio Maggiora Vergano. L'emittente capitolina, insieme a Radio Sei e Rete Sport, sarà anche la radio ufficiale della manifestazione, ideale apertura alla stagione estiva che porterà agli Europei di nuoto di Glasgow. Dove forte come sempre sarà l’aspettativa su Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini e tutta la nazionale “Ma fa parte del gioco. Il nuoto italiano è arrivato dove nessuno avrebbe immaginato, neppure con la sfera di cristallo - e per fortuna non si ferma – Thomas Ceccon una possibile sorpresa, e qui mi fermo per non mettergli troppe pressioni addosso. Ma questo per dire che abbiamo, per fortuna, un ricambio generazionale.

Da sx Gregorio Paltrinieri, Paolo Barelli, papa Francesco I e Federica Pellegrini

Che riguarda anche la velocità, settore su cui il Direttore di Swimbiz.it gioca più di una fiche anche per le Olimpiadi e beneficerà del regolamento europeo che permette d’iscrivere 4 atleti per gara, ma solo a 2 di accedere alla finale “Significa che la competizione è già in casa e stimolerà tutti”. Infine, un particolare non da poco per aprire il Setteccolli di questo week-end: giovedì 28 giugno le delegazioni sportive incontreranno in Vaticano Papa Francesco(leggi qui) “Per il secondo anno. Il Papa è grande amico e amante dell’acqua: mi dicono le cronache che quand’era vescovo a Buenos Aires, lo si vedesse spesso col costume in piscina. Anche lui nuotava.

moscarella@swimbiz.it