E a Venezia tornano i Fanti da Mar

Il commento di Swimbiz: Un ex campione mondiale, una traversata in acque libere, la Repubblica di Venezia. A Swimbiz.it Fabrizio Pescatori racconta la Pirano-Venezia 100 km.

Copyright foto: fabrizio pescatori

E’ laureato in storia dell’arte, e si vede. Rievocando i Fanti da Mar della Serenissima che gridavano “San Marco!” prima di ogni battaglia e “Viva San Marco!” a fine scontri, Fabrizio Pescatori e i suoi compagni master, Nuotatori dei Murassi, si accingono a una prova di coraggio e forza fisica “100 km di staffetta a nuoto in 28 ore sulla Pirano-Venezia, antica via del sale – racconta a Swimbiz.it l’ex azzurro – porteremo un vasetto di sale dalla comunità italo-slovena dell’Istria alle autorità di Venezia”. La data, 18 luglio “E’ la Festa del Redentore, celebra la fine della peste del 1500“. Straordinario connubio sport-storia-turismo. A Swimbiz.it il ct dell’Italfondo e sindaco di Piombino, Massimo Giuliani, si mostrò favorevole a una gara all’isola del Giglio, per rassicurare i bagnanti dopo i fatti della Costa Concordia(leggi qui). “Unendo cultura e sport, troviamo sponsor e attenzione mediatica, siamo uno degli eventi collaterali della festività – prosegue Pescatori – primo passo per attirare anche la politica e, forse, realizzare il sogno di portare a Venezia una tappa di Len Cup di fondo”. Nel 1998, a Perth, insieme a Valeria Casprini e Claudio Gargaro vinse l’oro mondiale  nella 25 km a squadre “Giuliani era già ct. Fu il primo oro iridato del fondo, ma spesso questo sport ha salvato le spedizioni azzurre o regalato ori – come vede il fondo attuale? – c’è meno professionismo: prima dell’ingresso in Fina c’erano premi da 60.000$, ora sì e no si arriva a 15.000$, ma almeno la 10 km è diventata distanza olimpica. Non amo le gare nei ‘piscinoni’(leggi qui): mediaticamente il circuito facilita pubblico e telecamere, ma già a Perth ’98 c’erano riprese in elicottero e, all’arrivo, un tabellone dove spostavano i numeri a seconda dei cambi di posizione”. E in Italia “Mi spiace vedere soli 15 contendenti nella 25 km agli Assoluti. Una volta eravamo in 15 per il titolo, anche se quest’anno molti preferivano la 10 km perché distanza olimpica. Martina Grimaldi? Si sta solo ricaricando mentalmente, com’è successo con Valerio Cleri. Quest’anno non sarà facile, specie nella 10 km, ma spero che possano uscir fuori gli altri talenti azzurri ai Mondiali e di vedere un oro italiano alle Olimpiadi”.
 
moscarella@swimbiz.it