I duelli del Raia Rapida

Il commento di Swimbiz: (Video) Sfide testa a testa lungo 50 m e storie che s'intrecciano a Rio.

Copyright foto: Swimbiz

Tre continenti rappresentati, quattro se si scindono Nord e Sud America. Ieri Botafogo, Rio de Janeiro, si è goduta una piccola Olimpiade della vasca con i quartetti di Australia, Sud Africa, Stati Uniti e, ovviamente, Brasile che hanno dato un saggio di sprint al Raia Rapida(leggi qui). Ma, come sempre, il pubblico apprezza il bordo vasca tanto quanto la velocità, ed ecco che scopri un Brasile impazzito per Anthony Ervin. Ancor più dell'anima buddista-rock dello statunitense, a conquistare i tifosi è quel suo antico, indimenticabile gesto: quando mise all'asta l'oro olimpico di Sidney 2000, per prendere le distanze dal nuoto, ma anche per raccogliere fondi in sostegno al Sud-Est Asiatico, colpito da un violento tsunami nel 2004. Ma dagli spalti apprezzano anche le performances musicali di un altro americano, Eugene Godsoe, che ama dilettarsi tra canto e tastiera(leggi qui). E si godono un Felipe França desideroso di tornare ai fasti del 2011, tra i Van Der Burgh, Peaty e compagnia della rana mondiale; un atleta in puro stile brasiliano: potenza e religiosità(leggi qui).
 
- (video) Finale 50 m stile libero: Anthony Ervin vs Roland Schoeman
 
- (video) Finale 50 m rana: Felipe França vs Cameron Van Der Burgh
 
- (video) Finale 50 m farfalla: Eugene Godsoe vs Nicholas Santos
 
moscarella@swimbiz.it