Nizza e l’acqua: per Marco Fusco, un affare di famiglia

Marco Fusco con la nazionale giovanile francese

Copyright foto: Marco Fusco

“E’ un amico, è un fratello” scrive a Swimbiz.it Stefano Rubaudo, Team Manager dell’Italfondo. Lui e Marco Fusco si allenavano insieme allo Sporting Club Napoli “Ogni tanto Stefano ha provato a giocare, ma poi ha capito che era più bravo nuotando i km in mare” scherza, al telefono con Swimbiz.it. In fondo, la sua storia è simile. Il cugino è Valerio Fusco, vice del Ct Massimo Giuliani nell’Italfondo. Il padre è Enzo Fusco “Che fondò lo Sporting, puntando molto sul nuoto. Ci ha provato anche con me, ma io trovavo la pallanuoto più divertente (ride).  Ma un po’ di nuoto gli è sempre rimasto nelle vene, applicando in allenamento metodologie sperimentate dai ‘cugini’ di vasca.

Ora vive a Grasse, vicino Cannes, e allena gli Under 15 e Under 17 a Nizza, una società che ancora respira la tradizione costruita negli anni di Paolo Malara(leggi qui) “Sono abituato a lavorare con i giovani, fin dai tempi di Napoli. E’ un piacere aver visto ragazzi come Alessandro Velotto e Vincenzo Renzuto Iodice crescere e arrivare nel giro della Nazionale”. A inizio agosto ha anche collaborato con l’Under 19 femminile francese “Una bella esperienza. Sarebbe bello poterla ripetere in futuro”. Nel percorrere la via francese lo ha aiutato il doppio passaporto, per parte di madre “Ma è stata anzitutto una scelta per la mia famiglia - la moglie, insegnate di aquagym, e i due figli - per la qualità della vita in Costa Azzurra”. Senza farsi bloccare dai fatti di cronaca che hanno colpito la Francia negli ultimi due anni “Un loro tratto positivo è che sanno sempre guardare avanti”.

moscarella@swimbiz.it

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram