Grande Italia nella 25 km: Furlan ARGENTO, Ruffini 4°

Il commento di Swimbiz: L'ultima gara maschile del fondo, ai Mondiali di Budapest, si conclude con una medaglia e un ottimo piazzamento per l'Italia.

Copyright foto: LaPresse

Ultima gara per il programma del fondo ai Mondiali di Budapest. Al Lago Balaton è il momento della gara più lunga, la 25 km, per anni la regina del fondo, finché la 10 fu inserita nel programma olimpico. Si parte dagli uomini, con l'Italia ben rappresentata dall'oro e dal bronzo mondiali in carica, rispettivamente Simone Ruffini e Matteo Furlan. Le azzurre seguono subito dopo. Arianna Bridi, già bronzo nella 10 km, e la specialista Martina Grimaldi, tornata ai suoi livelli, altissimi, col titolo europeo dello scorso anno(leggi qui).

Al primo rifornimento Grimaldi è quarta, con le francesi Muller e Grangeon a dettare il ritmo. Intanto, anche gli azzurri sono in controllo nella gara maschile. La lunga attesa è allietata dagli aneddoti di Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi in telecronaca Rai. Dopo due ore, Ruffini è in quarta posizione. In campo femminile, le francesi perdono terreno ed è l'olandese Sharon van Rouwendaal a nuotare in testa. Tre ore di gara e i due gruppi accelerano bruscamente, fino al 'doppiaggio' dei maschi sulle donne, momento sempre critico. Le più abili si fanno 'trainare', sfruttando la scia dei ragazzi. Ma chi rimane in mezzo alle onde rischia di pagare pegno, ed è il caso della francese Muller. Alla quarta ora di gara,  Van Rounwedaal scappa via, ma Grimaldi e Bridi restano in piena lotta per il podio. Tra i maschi, Ruffini è secondo dietro al francese Reymond e lo stesso Furlan attacca il gruppo di testa.

E' il momento decisivo della gara, arrivata ormai a cinque ore. Ruffini affianca deciso Meyer, i due arrivano al contatto fisico, ma presto il marchigiano lo abbandona per seguire Furlan e il russo Drattcev. L'azzurro Matteo Furlan è quello con più energie e vola per l'Argento, insidiando persino Meyer che però resiste fino all'Oro. Ruffini è agonismo puro: scavalca fisicamente il russo Drattcev per provare ad andare a podio, ma non ha più e chiude quarto una gara comunque splendida.

E la festa azzurra è completata dalla 25 km femminile: BRONZO per Arianna Bridi e Martina Grimaldi 4°(leggi qui)

moscarella@swimbiz.it